Confesercenti Alessandria
Il Portale del Commercio Alessandria
Rete Imprese per l'Italia

Dimissioni volontarie: nuova procedura telematica

Con la Circolare n. 12 del 04/03/2016, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha reso nota la nuova modalità di comunicazione delle dimissioni volontarie e della risoluzione consensuale del rapporto di lavoro, in vigore a partire dal 12 marzo 2016.

Dimissioni volontarie: nuova procedura telematica

Con la Circolare n. 12 del 04/03/2016, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha reso nota la nuova modalità di comunicazione delle dimissioni volontarie e della risoluzione consensuale del rapporto di lavoro, in vigore a partire dal 12/03/2016.
La nuova disciplina, introdotta dal D.Lgs. n. 151/2015 e dal Decreto Ministeriale 15/12/2015, prevede l'obbligo a carico del lavoratore di comunicare le dimissioni/risoluzione consensuale, pena l'inefficacia delle stesse, esclusivamente con modalità telematiche, su apposito modulo reso disponibile dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali attraverso il sito http://www.cliclavoro.gov.it/Clicomunica/News/2016/Pagine/Dimissioni-telematiche-al-via-la-procedura.aspx.
 
Il lavoratore può utilizzare due procedure alternative:
A) Lavoratore in possesso di PIN INPS dispositivo: il lavoratore deve richiedere, se non ancora in possesso, il codice PIN INPS all'Istituto. La compilazione del modulo avviene in maniera autonoma da parte del lavoratore.
B) Lavoratore che attribuisce l'incarico ad un intermediario abilitato: il lavoratore può rivolgersi a patronato, organizzazione sindacale, ente bilaterale, commissione di certificazione. L'intermediario deve accertare l'identità della persona che richiede la trasmissione del modulo e se ne assume la piena responsabilità attraverso la firma digitale del file pdf prodotto dal sistema.
 
In entrambi i casi è necessario:
- compilare il modulo presente nella pagina dedicata del sito http://www.cliclavoro.gov.it/Clicomunica/News/2016/Pagine/Dimissioni-telematiche-al-via-la-procedura.aspx, indicando i dati anagrafici del datore di lavoro e del lavoratore, informazioni relative al rapporto di lavoro;
- trasmettere il modulo al datore di lavoro e alla Direzione Territoriale del lavoro competente. Il datore di lavoro riceverà il modulo nella propria casella di posta elettronica certificata e la Direzione Territoriale del lavoro riceverà una notifica nel proprio cruscotto e avrà la possibilità di visionare il modulo.
 
Ad ogni modulo trasmesso sono attribuiti:
- codice identificativo con data e ora esatta dell'invio;
- marca temporale corrispondente alla data di sistema rilevata all'atto di salvataggio.
 
Con le medesime modalità il lavoratore può procedere alla revoca delle dimissioni, entro 7 giorni dalla loro trasmissione
 
Per maggiori informazioni potete contattare l’Ufficio Paghe Confesercenti.