Confesercenti Alessandria
Il Portale del Commercio Alessandria
Rete Imprese per l'Italia

Via Savona: Commercianti e residenti furiosi

Via Savona: Commercianti e residenti furiosi

Iniziano i lavori edili e di asfaltatura e siamo tutti contenti che finalmente si metta mano al decoro della città e siamo anche consapevoli che quando ci sono i cantieri ci sia il disagio.
Ma una buona abitudine è quella di avere consapevolezza e rispetto del lavoro dei commercianti che dal passeggio e dal passaggio vedono  dipendere la sopravvivenza economica e l’incasso o il mancato tale  giornaliero.
Non stiamo a ripetere il triste leit-motiv della crisi, della ripresa annunciata, ma irreale e delle difficoltà in cui versa il commercio al dettaglio, a maggior ragione con il continuo aumentare di grande distribuzione periferica che induce i pochi squattrinati consumatori a non entrare neppure più in città.
L’Amministrazione comunale (che autorizza la GDO) ha appaltato i lavori per la rotonda in Corso Borsalino, direzione stazione e questa è un’opera utile attesa da tempo.
Ma a nessuno viene in mente di organizzare un incontro con i commercianti delle vie coinvolte (soprattutto Via Savona che è chiusa) per informare e comunicare il crono programma del cantiere di concerto con l’impresa edile appaltatrice.
Ma chi si occupa di commercio in Comune è consapevole che la chiusura di una strada, lo spostamento di un passaggio pedonale arrecano cambiamenti nelle abitudini dei clienti e occorre che gli imprenditori siano informati per organizzare il loro lavoro?
Una riunione propedeutica avrebbe permesso ai commercianti della via interessata di chiudere per ferie nei giorni di cantiere, alle nuove imprese di procrastinare l’apertura dell’attività e altre scelte simili.
Invece si vedono abbandonati e negati del loro diritto a lavorare, senza poter incassare nulla.
Ma chi dovrebbe occuparsi di commercio in Comune è consapevole del ruolo che ricopre? E sa quali sono le funzioni che dovrebbe svolgere?
La competenza, il buon senso e l’umiltà sono doti fondamentali nella vita di tutti i giorni e ancora di più quando si amministra la cosa pubblica e si fanno scelte con il portafoglio altrui.
Quale rimedio per questi commercianti che vivono da giorni disagio e deserto? Nessuno.
C’è un progetto per riqualificare Via Savona? Magari la riapertura del teatro? Purtroppo non vediamo nulla di tutto ciò e agli imprenditori non rimane che il magone, interrogandosi sul futuro sempre più incerto delle loro traballanti attività.