Confesercenti Alessandria
Il Portale del Commercio Alessandria
Rete Imprese per l'Italia

Gioco d’azzardo e ludopatia: stretta sulle slot machine

Come previsto dalla normativa nazionale e regionale, dal prossimo 20 novembre tutti gli esercizi pubblici che si trovano ad una distanza di 500 mt da alcuni “luoghi sensibili” dovranno provvedere alla rimozione delle macchinette per il gioco d’azzardo.

Gioco d’azzardo e ludopatia: stretta sulle slot machine

Come previsto dalla normativa nazionale e regionale, dal prossimo 20 novembre tutti gli esercizi pubblici che si trovano ad una distanza di 500 mt da alcuni “luoghi sensibili” dovranno provvedere alla rimozione delle macchinette per il gioco d’azzardo.

L'obbligo di rimozione degli apparecchi riguarda tutte le tipologie di esercizi in cui gli stessi sono installati (esercizi di somministrazione, tabaccherie, esercizi commerciali e artigianali, circoli privati, campeggi, alberghi, sale scommesse etc.) con la sola esclusione, in questa prima fase, delle sale giochi autorizzate.

Sono interessati gli esercizi che si trovano ad una distanza inferiore a 500 mt. da istituti scolastici di ogni ordine e grado, centri di formazione per giovani e adulti, luoghi di culto, impianti sportivi, ospedali, strutture residenziali o semi-residenziali operanti in ambito sanitario o socio-sanitario,strutture ricettive per categorie protette, luoghi di aggregazione giovanile ed oratori, istituti di credito e sportelli bancomat, esercizi di compravendita di oggetti preziosi ed oro usati, movicentro e stazioni ferroviarie.

In caso di inottemperanza all'obbligo di rimozione degli apparecchi  la normativa prevede l'applicazione di una sanzione pecuniaria da 2 mila a  6 mila euro per ogni apparecchio, oltre all'apposizione dei sigilli sugli apparecchi medesimi.