News

Novità normative pagamento F24 in compensazione

Pagamento dei modelli F24 che contengono crediti di imposta utilizzati in compensazione

L’ultimo giorno del 2019 l’Agenzia delle Entrate ha fornito, tramite la risoluzione 110/E, i primi chiarimenti in ordine agli obblighi introdotti dal D.L. 124/2019 convertito dalla L. 19.12.2019, n. 157 sulle procedure da seguire per la presentazione dei modelli F24 che contengono crediti di imposta utilizzati in compensazione.

 

In particolare viene chiarito che occorrerà presentare preventivamente la dichiarazione da cui emerge il credito, qualora si intendesse compensare, tramite modello F24, crediti per importi superiori a 5.000 euro annui relativi alle imposte sui redditi e all’IRAP (comprese le addizionali e le imposte sostitutive). Tale obbligo in precedenza era previsto solo per l’utilizzo in compensazione dei crediti IVA.
I citati crediti potranno essere compensati a partire dal decimo giorno successivo a quello di corretta presentazione all’Agenzia delle Entrate della dichiarazione o dell’istanza da cui emergono i crediti stessi. Tale regime si applicherà ai crediti maturati a decorrere dal periodo di imposta in corso al 31.12.2019; per i crediti Iva l’obbligo di preventiva presentazione della dichiarazione, ovviamente, sussiste già per l’anno di imposta 2018.

 

La novità più rilevante e che sicuramente avrà maggior impatto sull’operatività dei sostituti di imposta, è l’ampliamento del novero delle compensazioni di crediti d’imposta che devono essere effettuate presentando il modello F24 mediante i soli servizi Fisconline o Entratel.
Più precisamente, deve essere obbligatoriamente adottata tale modalità di presentazione del modello F24 anche per l’utilizzo in compensazione dei crediti maturati in qualità di sostituti d’imposta e per le compensazioni effettuate dai soggetti non titolari di partita IVA. Si precisa inoltre che l’obbligo di utilizzare i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate sussiste anche per la presentazione dei modelli F24 che espongono la compensazione dei crediti tipici dei sostituti d’imposta, finalizzati, per esempio, al recupero delle eccedenze di versamento delle ritenute, del bonus 80 euro (codice tributo 1655) e dei rimborsi da assistenza fiscale erogati ai dipendenti e pensionati.

In sintesi, tutti i contribuenti e sostituti d’imposta sono ora tenuti a presentare il modello F24 attraverso i servizi telematici dell’Agenzia delle entrate, qualora si esponga la compensazione dei crediti appartenenti alle seguenti categorie: a) imposte sostitutive; b) imposte sui redditi e addizionali; c) IRAP; d) IVA; e) agevolazioni e crediti indicati nel quadro RU della dichiarazione dei redditi; f) sostituti d’imposta.
A prescindere dalla tipologia di compensazione effettuata, resta fermo l’obbligo di presentare il modello F24 “a saldo zero” esclusivamente attraverso i servizi telematici resi disponibili dall’Agenzia delle Entrate.

Gli Uffici della Confesercenti di Alessandria e provincia sono a vostra disposizione per tutti i chiarimenti necessari.

Cerca

©2020 Confesercenti della Provincia di Alessandria. Tutti i diritti riservati. Web: ModusOperandi
Confesercenti Alessandria - Via Cardinal Massaia, 2/A 15121 Alessandria (AL) - Cod. Fiscale: 80003720069
Tel: +390131232623 - Email: alservi@confesercenti-al.it
Privacy Policy Cookie Policy

Cerca